Attività

L’aula didattica e di riunione della Soprintendenza Archivistica per il Trentino-Alto Adige/Südtirol

Le funzioni della Soprintendenza Archivistica per il Trentino-Alto Adige si esprimono nei provvedimenti di tutela e nella conseguente vigilanza principalmente su archivi e singoli documenti degli enti nazionali presenti con i loro uffici nella regione e su archivi e singoli documenti di altri enti e persone pubbliche e private, che estendano la loro competenza su ambiti più vasti di quelli delle province di Trento o di Bolzano. Tali funzioni si esplicano previo accertamento delle condizioni che ne fanno beni culturali e, nell’ambito privato, nei provvedimenti di dichiarazione del riconosciuto interesse culturale; si esprimono poi in interventi volti a promuovere e ad assicurare la conservazione, l’ordinamento e la corretta gestione di detti archivi, per garantire la loro integrità nel tempo a fini di pubblica fruizione (Codice dei beni culturali...titolo I).

A motivo dell’intesa tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana), anche la Soprintendenza Archivistica per il Trentino-Alto Adige è chiamata a collaborare con le istituzioni ecclesiastiche regionali per la tutela e la salvaguardia dei loro archivi (vescovili, capitolari, parrocchiali, conventuali etc.) secondo la disposizione del Codice dei beni culturali e del paesaggio; tale collaborazione può estendersi anche ad altre confessioni religiose (Codice dei beni culturali… art. 9).

La Soprintendenza sviluppa la funzione di valorizzazione del patrimonio archivistico statale pubblico e privato d’ambito regionale, sostenendo progetti scientifici di descrizione e di studio, promuovendo pubblicazioni ed eventi culturali, che va a condividere con organi e uffici statali, regionali, provinciali, comunali e con altri soggetti pubblici e privati, proprietari d’archivi sottoposti a tutela (Codice dei beni culturali… art. 111 e segg.).

Divulga la conoscenza delle agevolazioni fiscali previste in materia di beni culturali e promuove le erogazioni liberali di imprese e di singoli cittadini (L. 512 del 2 agosto 1982, art. 38; L. 342 del 21 novembre 2000, art. 100 del Testo unico delle Imposte sui Redditi del 22 dicembre 1986, n. 917).

Svolge compiti sostitutivi nelle funzioni degli enti pubblici in caso di loro inadempienza od inerzia (Codice dei beni culturali… art. 29-43); esercita la tutela della riservatezza sugli archivi degli enti pubblici nazionali e territoriali e sugli archivi privati vigilati (Codice dei beni culturali…art. 122 e segg.).

In ragione di delega ministeriale, la Soprintendenza si pone sul territorio regionale come organo di coordinamento delle iniziative nazionali di promozione e di divulgazione culturale.